Dettagli immobile

Appartamento in villa a schiera

Meina

  • Villette
  • 132 mq
  • 2
  • 1
ID: #V000298
Vendita € 197000

Appartamento trilocale a piano terreno composto da soggiorno con cucina e pranzo a vista, anticamera, Camera matrimoniale camera e bagno, ampio porticato esterno, balcone e terreno in uso esclusivo; al piano interrato grande box, locale lavanderia, piccolo ripostiglio sottoscala. L'appartamento fa parte di un complesso residenziale a schiera caratterizzato da due piani fuori terra e un piano interrato, edificatio in zona tranquilla a due passi dal centro e dai principali servizi, (posta, negozi, stazione, sporting, spiaggia)

Spese condominiali annuali: 0 €

 

Certificazione energetica

  • classe energetica G

Caratteristiche

  • 1
  • superficie interna 132 mq
  • Giardino privato Sup. 40 mq
  • 3 locali
  • 1 bagni
  • 2 camere

Altre caratteristiche

  • Posti auto: 0
  • Allestimento: Possibilità
  • Riscaldamento Autonomo
  • Tipologia riscaldamento Radiatori

Meina

Meina (Mèina in piemontese e in lombardo) è un comune italiano di 2.584 abitanti della provincia di Novara in Piemonte. Situato sulla sponda piemontese del Lago Maggiore, ha seguito con i suoi abitanti le vicende dapprima del Ducato di Milano e dei Borromeo, conti d'Arona, in seguito del Regno di Sardegna, poi di quello d'Italia. Tra il 15 e il 23 settembre 1943, il paese di Meina fu teatro della strage di 16 ebrei italiani provenienti dalla Grecia, compiuta dalle SS naziste nell'Hotel Meina di proprietà di Alberto Behar, cittadino turco di origine ebraica.[3] Sulla vicenda è stato girato nel 2007 il film Hotel Meina diretto da Carlo Lizzani, prendendo spunto dal reportage giornalistico omonimo di Marco Nozza.