bilocale vista lago

Meina

  • Appartamenti
  • 70 mq
  • 1
  • 1
ID: #V000723
Vendita € 110000

In piccola palazzina del 900 proponiamo in acquisto splendido bilocale con parziale vista lago , a ridosso del centro paese comodo a tutti i servizi.Sito al piano secondo senza ascensore composto da : ingresso, cucina abitabile, ampio soggiorno , camera da letto matrimoniale , bagno.Termo autonomo .Splendido affaccio.Ideale seconda casa.

Spese condominiali annuali: 0 €

 

Certificazione energetica

  • classe energetica VA

Caratteristiche

  • 0
  • superficie interna 70 mq
  • Sup. 0 mq
  • 2 locali
  • 1 bagni
  • 1 camere

Altre caratteristiche

  • Posti auto: 0
  • Allestimento: Solo Cucina
  • Riscaldamento Autonomo

Meina

Meina (Mèina in piemontese e in lombardo) è un comune italiano di 2.584 abitanti della provincia di Novara in Piemonte. Situato sulla sponda piemontese del Lago Maggiore, ha seguito con i suoi abitanti le vicende dapprima del Ducato di Milano e dei Borromeo, conti d'Arona, in seguito del Regno di Sardegna, poi di quello d'Italia. Tra il 15 e il 23 settembre 1943, il paese di Meina fu teatro della strage di 16 ebrei italiani provenienti dalla Grecia, compiuta dalle SS naziste nell'Hotel Meina di proprietà di Alberto Behar, cittadino turco di origine ebraica.[3] Sulla vicenda è stato girato nel 2007 il film Hotel Meina diretto da Carlo Lizzani, prendendo spunto dal reportage giornalistico omonimo di Marco Nozza.